Home » » Presnitz di Pasqua

Presnitz di Pasqua


Diverse storie e diverse ricette arricchiscono la storia di questo dolce, è sempre affascinante scoprire le origini delle cose, magari riuscire a trovare la ricetta originale...ma a qualunque versione del racconto vogliamo credere e qualunque ricetta scegliamo di seguire, gli ingredienti sono ottimi e il risultato sarà in ogni caso fantastico!

Il presnitz è un tipico dolce triestino a base di pasta sfoglia arrotolata con un ripieno di noci, mandorle, pinoli, fichi, prugne, albicocche, uvetta, cioccolata grattugiata, zucchero, cannella, chiodi di garofano e rum. Gli ingredienti variano a seconda di chi lo produce, essendo il dolce preparato artigianalmente e potendo constare di varianti.

È un tipico dolce pasquale: infatti la forma circolare ad anello ha un significato simbolico della tradizione cristiana, ovvero la corona di spine di Cristo.

Sembra che sia stato preparato la prima volta nel 1832 in onore di Francesco I e dell'imperatrice d'Austria in visita alla città. Il dolce, che originariamente riportava la scritta "se giri il mondo ritorna qui", venne insignito del Preis Prinzessin (Premio Principessa), che venne successivamente storpiato dai triestini in presnitz.

A volte viene erroneamente chiamato anche "dolce di Sissi", ma si tratta di un evidente errore cronologico in quanto la principessa Elisabetta di Baviera (Sissi) nacque nel 1837, ovvero cinque anni dopo la presunta creazione del dolce.

Vuole la leggenda ormai storica che il nome deriverebbe dalla storpiatura di Preis Prinzessin, ovvero il “Premio Principessa” assegnato a una pasticceria triestina che realizzò un dolce a forma di chiocciola in onore della Principessa Sissi in visita alla città.


Ingredienti: per 6 persone

Per la pasta: 
  • 200 g di farina 
  • 40 g di burro 
  • 1 tuorlo 
  • 1 dl circa di acqua fredda 
  • 1 cucchiaio di olio 
  • sale
Per il panetto: 
  • 115 g di burro 
  • 50 g di farina
Per il ripieno: 
  • 250 g di noci tritate 
  • 120 g di mandorle tritate 
  • 120 g di pinoli 
  • 120 g di cedro tritato 
  • 100 g di uvetta
  • 300 g di cioccolato tritato 
  • 160 g di zucchero 
  • 180 g di burro 
  • 1 arancia 
  • 1/2 dl di vino di Cipro
  • 1/2 dl di moscato 
  • 2-3 cucchiai di maraschino 
  • 1 cucchiaio di rum 
  • 1 cucchiaio di Cointreau
  • vaniglia
Altri ingredienti: 
  • 1-2 tuorli 
  • burro 
Preparazione: 
40’ + 17 ore di riposo + 30’ di cottura

Fate la pasta: disponete la farina a fontana, al centro mettete il tuorlo, il burro morbido, olio, acqua, sale, impastate, avvolgete la pasta nella pellicola e tenetela in frigo.

Preparate il panetto: amalgamate burro e farina, fatene un panetto, avvolgetelo nella pellicola e tenete in frigo 2 ore.

Preparate la base: stendete la pasta, avvolgetevi il panetto e date 6 giri uno dopo l’altro.
Lasciatela riposare 2 ore prima avvolta in un telo asciutto, poi in uno umido, infine chiusa tra due fondine tenetela in frigo 12 ore.

(o comprate un rotolo di pasta sfoglia)

Preparate il presnitz: in una ciotola versate i liquori, immergetevi l’uvetta per 30 minuti, poi unite gli altri ingredienti del ripieno più succo e buccia grattugiata dell’arancia.
Dividete la pasta in due parti, stendetele a disco, adagiatele su tovaglioli infarinati, spennellatele col burro fuso freddo, sopra distribuite il ripieno, arrotolate, chiudete le estremità e girate i due involucri a spirale non troppo stretta.

Disponeteli sulla placca imburrata e infarinata, spennellateli col tuorlo diluito con poca acqua, teneteli in frigo 30 minuti, poi cuoceteli mezz'ora in forno a 200°.

Ritirate e lasciate raffreddare prima di servire

Fonte:it.wikipedia.org
ilmondodeidolci.blogspot.it
SHARE

About l